Che Cosa Sono le Carte Conto

Hai mai sentito parlare della Carta Conto? Sempre più banche stanno proponendo questa soluzione innovativa, che ti permette di avere i vantaggi di un Conto Corrente tradizionale, senza i relativi costi.

 

Quello di oggi è un guest post di Doriana Resta, WebMaster del portale MigliorContoCorrente, a cui lascio la parola. Buona lettura!

 

In un periodo di crisi economica come quello attuale, gli istituti bancari stanno immettendo sul mercato nuovi prodotti in grado di garantire alcuni servizi propri dei conti correnti tradizionali a prezzi inferiori. Parliamo ad esempio delle cosiddette carte conto, delle vere e proprie carte prepagate, simili a quelle utilizzate per fare acquisti online, con in più le caratteristiche di un conto corrente, perché dotate di un codice IBAN associato.

 

Con una carta conto è possibile:

  • Disporre pagamenti e bonifici
  • Accreditare lo stipendio
  • Domiciliare bollette e utenze
  • Ricaricare il cellulare
  • Pagare i pedaggi autostradali
  • Effettuare acquisti tradizionali e via Internet
  • Prelevare contante in Italia e in Europa

 

Non si possono invece effettuare le seguenti operazioni:

  • Emissione di assegni
  • Disposizione di operazioni finanziarie

Carta Conto

Le carte conto, nominative e dotate di microchip per una maggiore sicurezza, si possono acquistare presso le filiali di molti istituti bancari e le ricevitorie Lottomatica e, ovviamente, non richiedono di essere titolari di alcun conto corrente per poter essere attivate.

 

A chi si rivolgono

I principali destinatari di questo tipo di prodotto sono i giovani, in particolare quelli con lavoro saltuario o precario, che difficilmente si avvicinerebbero ad un conto corrente tradizionale, ma anche tutti coloro i quali effettuano sempre le stesse operazioni e non necessitano di molta flessibilità.

 

Principali Vantaggi delle Carte Conto

Tra i vantaggi principali delle carte conto ovviamente i bassi costi: l’emissione della carta è quasi sempre gratuita e per la gestione è previsto un canone mensile, ad esempio 3€ per la   Genius Card di Unicredit e 1€  per il Conto Tascabile di Chebanca!.  I costi sono comunque nettamente inferiori a quelli di un comune conto corrente. Inoltre non si pagano le imposte di bollo e non ci sono i cosiddetti costi di tenuta conto.

L’importo che è possibile caricare è in media più alto rispetto alle normali prepagate e anche il massimale di spesa e prelievo è più elevato.

Sulle carte conto non è possibile andare in rosso, in quanto funzionano con la logica delle carte prepagate, pertanto non vi saranno né interessi passivi né commissioni di massimo scoperto. Proprio per questo motivo possono essere richieste anche da chi ha subito un protesto, consentendogli un minimo di operatività bancaria, anche se comunque l’emissione della carta rimane a discrezione della banca.

 

A cosa fare attenzione nella scelta

Come nel caso del conto corrente anche per la scelta della carta conto occorrerà porre attenzione alle spese delle singole operazioni, in particolare quelle allo sportello e di ritiro contante presso altri istituti. Esistono infatti delle carte a zero canone mensile che in teoria sembrano più convenienti ma potrebbero invece rivelarsi meno allettanti, in altri casi la promozione senza costi potrebbe rivelarsi solo temporanea.