Come Risparmiare sulle Gomme Auto

Prima o poi arriva il momento di dover cambiare le gomme auto. Rivolgersi ad un gommista è semplice e veloce, ma non è sempre la strada più economica. Di seguito una breve guida per orientarsi e fare la scelta giusta, evitando di dover spendere più del necessario.

Le giuste caratteristiche

Sulla nostra auto non è possibile montare gomme qualsiasi, ma soltanto quelle che hanno caratteristiche specifiche. Ma quali sono? E’ presto detto, basta guardare il libretto di circolazione.

l’auto nell’esempio sopra può montare tre tipi di pneumatici:

  • 165/70 R14 81T
  • 185/60 R14 82H
  • 185/55 R15 82V

Ma cosa vogliono dire queste sigle? Prendiamo ad esempio la prima misura, 165/70 R14 81T, e vediamolo insieme.

165 è la larghezza del battistrada, ovvero la larghezza della gomma, espressa in millimetri. Questa gomma ha una larghezza di 165 millimetri, corrispondenti a 16 centimetri e mezzo.

/70 è il rapporto, espresso in percentuale, tra la larghezza del battistrada e l’altezza della spalla. In questo caso questa gomma è alta il 70% della propria larghezza, ovvero 115,5 millimetri, circa 11 centimetri e mezzo.

R sta per radiale, un tipo di tecnologia costruttiva ormai quasi universalmente adottato.

14 è il diametro del cerchio, espresso in pollici, sul quale deve essere montata la gomma. In questo caso 14 pollici, ovvero circa 35 centimetri e mezzo.

81 è il cosiddetto Indice di Carico; indica qual’è il peso massimo che la gomma può sopportare, secondo la seguente tabella:

Indice di Carico Peso massimo in Kg
0 45
1 46,5
2 47,5
3 48,7
4 50
5 51,5
6 53
7 54,5
8 56
9 58
10 60
20 80
22 82,5
24 85
26 90
28 100
30 106
31 109
33 115
35 121
37 128
40 136
41 145
42 150
44 160
46 170
47 175
48 180
50 190
51 195
52 200
53 206
54 212
55 218
58 236
59 243
60 250
61 257
62 265
63 272
64 280
65 290
66 300
67 307
68 315
69 325
70 335
71 345
72 355
73 365
74 375
75 387
76 400
77 412
78 425
79 437
80 450
81 462
82 475
83 487
84 500
85 515
86 530
87 545
88 560
89 580
90 600
91 615
92 630
93 650
94 670
95 690
96 710
97 730
98 750
99 775
100 800
101 825
102 850
103 875
104 900
105 925
106 950
107 975
108 1000
109 1030
110 1060
111 1090
112 1120
113 1150
114 1180
115 1215
116 1250
117 1285
118 1320
119 1360
120 1400
126 1700

Nel nostro esempio, la gomma ha un indice di carico di 81, ovvero può sopportare al massimo un peso di 462Kg.

T è il cosiddetto indice di velocità, ovvero la massima velocità per cui la gomma è omologata, secondo la seguente tabella:

Indice di Velocità Velocità massima in km/h
A1 5
A2 10
A3 15
A4 20
A5 25
A6 30
A7 35
A8 40
B 50
C 60
D 65
E 70
F 80
G 90
J 100
K 110
L 120
M 130
N 140
P 150
Q 160
R 170
S 180
T 190
U 200
H 210
V 240
W 270
Y 300

Ma esistono anche alcuni indici particolari, che non indicano solo la velocità o la indicano in modo differente:

  • VR: oltre 210 km/h (non specificata la massima)
  • ZR: oltre 240 km/h (non specificata la massima)
  • ZR+W: oltre 240 km/h (velocità massima inferiore ai 270 km/h)
  • ZR+Y: oltre 240 km/h (velocità massima inferiore ai 300 km/h)
  • ZR+indice di carico+W: oltre 240 km/h (velocità massima superiore ai 300 km/h)

Tutti gli pneumatici che superano i 240 km/h devono avere la lettera Z riportata all’interno dell’indicazione della designazione dimensionale dello pneumatico, ad es: 255/30 ZR 19 94W.

Tornando al nostro esempio, la gomma ha un indice di velocità T, ovvero è omologata per una velocità massima di 190 Km/h.

Quali gomme posso montare?

Per legge, posso montare una qualsiasi delle misure riportate a libretto, con alcuni distinguo.

Larghezza, altezza, dicitura “Radiale” e diametro del cerchio sono una scelta obbligata: non posso montare nulla di diverso.

Da notare che, se scelgo di montare gomme di misure diverse da quelle presenti, e che prevedono un diametro diverso del cerchio, sono obbligato a cambiare anche il cerchio.

Ma lo stesso potrebbe avvenire anche con identico diametro del cerchio: infatti gomme più larghe o più strette prevedono in genere (tranne poche eccezioni) una diversa larghezza del cerchio.

Come fare a stabilire quella giusta? In genere sul libretto di uso e manutenzione dell’auto sono riportate le caratteristiche del cerchio adatto ad ogni misura; nel dubbio, meglio sentire un gommista esperto.

Posso montare gomme con un indice di carico uguale o superiore a quello riportato a libretto, ma non inferiore.

Lo stesso avviene con l’indice di velocità, con l’eccezione delle gomme invernali, che hanno la dicitura M+S (Mud + Snow, ovvero fango e neve).

In tal caso, è possibile montare un indice di velocità inferiore (di una lettera) ai pneumatici estivi. Nel nostro esempio, posso montare gomme M+S con indice di velocità S ma non quelle con indice R.

Quale misura scelgo?

Il mio consiglio è di scegliere la stessa misura montata in origine: sono sicuramente compatibili con i cerchi montati, e in genere offrono il miglior compromesso fra tenuta di strada, confort, consumo di carburante e durata.

E se volessi scegliere misure diverse? Cosa comporta montare gomme più strette o più larghe, piuttosto che più o meno “ribassate”?

Una gomma più larga aumenta la tenuta di strada e migliora la prontezza e precisione di guida. Il rovescio della medaglia è un maggiore consumo di carburante, perché aumenta la superficie a contatto con l’asfalto e quindi l’attrito.

Inoltre aumenta anche il rischio di acquaplaning, ovvero il “galleggiamento” dei pneumatici su strada bagnata, con perdita di controllo della vettura.

Diminuisce anche efficacia, trazione e frenata su neve e ghiaccio.

Infine, peggiora anche il confort e l’assorbimento delle asperità stradali. Infatti, se aumento la larghezza, devo diminuire di conseguenza la spalla, altrimenti aumenterebbe il diametro complessivo del pneumatico: nota come nell’esempio riportato, si passa da 165/70 a 185/60; e una spalla con rapporto di altezza minore è in genere più rigida.

Il contrario avviene diminuendo la larghezza della gomma, e aumentando di conseguenza la spalla. Da notare che, se hai intenzione di acquistare pneumatici invernali, con anche un set di cerchi separati, conviene scegliere la misura più stretta, proprio per quanto detto prima.

Quale marca e modello scelgo?

Ok, ho deciso quale misura montare. Ma quale marca e modello scelgo? Sul mercato ne sono presenti un’infinità, con caratteristiche e prezzi anche molto diversi. Non c’è una regola generale, ma si può dare qualche consiglio.

Al top di gamma ci sono le cosiddette marche premium, ovvero gomme costruite dai principali gruppi industriali mondiali, quali Bridgestone, Goodyear, Michelin, Pirelli, ecc.

Sono sicuramente un’ottima scelta in termini di prestazioni, ma in genere il prezzo è anch’esso al top.

All’estremo opposto ci sono le gomme cinesi, di marche ignote, vendute a prezzi stracciati, ma di dubbia qualità e affidabilità.

Nel mezzo ci sono sottomarche che producono pneumatici di ottima qualità, a prezzi competitivi.

I prezzi sono vantaggiosi perché producono in paesi con manodopera a minor costo, e investono meno risorse in ricerca e sviluppo, in quanto attingono a piene mani alla tecnologia dei gruppi industriali “madre”.

Di seguito un elenco dei principali gruppi di produttori, e rispettive marche trattate, in ordine alfabetico:

  • Gruppo Bridgestone: Bridgestone – Brisa – Dayton – Firestone – Nokian – Lassa
  • Gruppo Continental: Continental – Barum – Blackstone – Euzkadi – Fate – General Tyre – Gislaved – Mabor – Matador – Mitas – Platin – Semperit – Sportiva – Uniroyal – Vicking
  • Gruppo Cooper: Cooper – Austone – Avon – Dean – Kenda – Mastercraft – Matrix – Mickey Thomson – Rostone
  • Gruppo Goodyear: Goodyear – Debica – Dunlop – Falken – Fierle – Fulda – Kelly – Lee – Mastersteel – Sava
  • Gruppo Hankook: Hankook – Aurora – King Star – Rotex
  • Gruppo Kumho: Kumho – Admiral – Zetum
  • Gruppo Maxxis: Maxxis – Meteor
  • Gruppo Michelin: Michelin – Kleber – Bf Goodrich – Kormoran – Laurent – Tigar – compartecipazione nel Gruppo Hankook
  • Gruppo Pirelli:  Pirelli – Ceat – Metzeler

Il mio consiglio è di scegliere proprio una di queste sottomarche, che in realtà sono economiche principalmente nel prezzo di acquisto, ma non certo nella sicurezza e nelle prestazioni. Sicuramente da evitare le gomme cinesi di marche sconosciute.

Dove acquistare?

Un buon punto di partenza è il web: c’è sia eBay che un discreto numero di grossisti online.

Una volta segnato qualche prezzo, non è una cattiva idea fare un giro dal gommista: in tempi di crisi come questi, complice anche la concorrenza dei rivenditori online, anche loro stanno calmierando i prezzi, e potresti spuntare un’offerta conveniente.

Anche i grossi centri commerciali spesso vendono pneumatici a prezzi convenienti.

Il montaggio

Se vai dal gommista è ovviamente lui che effettua il montaggio, ma negli altri casi?

Se acquisti all’ipermercato, quasi sempre è indicata l’officina/gommista convenzionato, che esegue il montaggio a prezzo politico.

Anche nel caso di acquisto online, di solito il negoziante virtuale fornisce un elenco di gommisti ed officine convenzionate per il montaggio.

Conclusioni

Non è mia pretesa né scopo stilare un trattato tecnico ed esaustivo: semplicemente, se alla fine di quest’articolo, ne saprai un po’ di più sulle gomme, allora avrò raggiunto il mio scopo. 😉

E non dimenticare: la giusta pressione fa una grande differenza di consumo e di durata del pneumatico, e permette di risparmiare carburante. Se vuoi approfondire, qui c’è un articolo per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *